La ricetta delle tagliatelle al nero di seppia con canocchie

200g di farina bianca tipo 00

2 uova

2 sacchetti di inchiostro di seppia

16 canocchie

2 peperoncini interi

14-16 pomodorini Pachino

1 bicchiere di vino bianco secco

1 spicchio d’aglio

Olio extravergine d’oliva

Prezzemolo tritato

Sale

Preparazione della pasta:

Per preparare le  tagliatelle al nero di seppia con canocchie disporre la farina a fontana su un ripiano, al centro mettere le uova sgusciate, il nero di seppia e un pizzico di sale. Impastare fino ad ottenere una pasta morbida e liscia. Spargere un po’ di farina sul banco da lavoro di modo che la pasta non si attacchi. Formare una pallina e lasciare riposare l’impasto per un’oretta coprendolo con un panno o una bacinella.

Se non si dispone della macchina per tritare la pasta, basta utilizzare un mattarello infarinato adeguatamente. Una volta tirata la sfoglia ripiegarla più volte su se stessa e procedere tagliando la pasta con una larghezza di circa mezzo centimetro. Aprendo le rotelline tagliate si avranno le tagliatelle.

Preparazione del sugo:

Lavare accuratamente le canocchie con acqua fredda, fare un’incisione su tutta la lunghezza del dorso per togliere la corazza e, a piacere, anche la testa. In una pentola versare un filo d’olio, uno spicchio di aglio e due peperoncini. Se si gradisce un gusto più forte si possono sbriciolare, invece che lasciarli interi. Quando l’olio è ben caldo aggiungere le canocchie e lasciarle rosolare un paio di minuti girandole. Versare il vino e quando sarà evaporato, aggiungere i pomodorini tagliati. Aggiustare di sale e pepe e lasciare cuocere per un paio di minuti.

In una pentola portare ad ebollizione abbondante acqua salata e versarvi le tagliatelle. Scolare al dente e metterle nella pentola del sugo per finire la cottura, in modo da amalgamare la pasta con il condimento. Servire ben caldo.

Questo post è disponibile anche in: Inglese